L’Eruopa alla conquista di Marte

L’Eruopa alla conquista di Marte

Lo scopo è verificare il sistema di atterraggio con paracadute che porterà il modulo Schiaparelli sul Pianeta rosso.

È partito lo scorso 14 marzo allinterno del razzo Proton, lanciato dal centro spaziale russo di Baikonur, in Kazakistan. Nel vettore anche una sonda, una sorta di stazione meteo che dall?atmosfera di Marte raccoglierà impor tanti dati. Al contrario del modulo, la Trace Gas Orbiter, coi è stata chiamata la sonda madre, rimarrà in orbita e avrà il compito di fare da ponte radio con la Terra.

La seconda fase della missione partirà tra due anni. ExoMars 2018, questo il nome, prevede linvio su Marte di un rover capace di carotare il suolo e muoversi sulla sua superficie.

Lastronauta Samantha Cristoforetti ha commentato: Il futuro spaziale passa per Marte, frontiera degli ultimi studi nei grandi centri ricerche, come questi a Torino di Altee e Thales Alenia Space Italia?.

Cristiano Mancini

Related Posts
Leave a reply